RAMARRO OCCIDENTALE

Lacerta bilineata

Questo rettile può misurare fino a 13 cm dal muso alla cloaca e con una coda che è il doppio del corpo. Il maschio ha la gola di un colore azzurro-blu molto intenso nel periodo riproduttivo mentre il resto del corpo è verde brillante con macchioline scure. Ha la testa più grossa della femmina che invece è invece di colore verde o marrone con a volte 2 o 4 linee color crema bordate di marrone che corrono lungo il dorso. Dopo la fecondazione anche le femmine possono avere la gola azzurra. Vive in zone soleggiate tra sassi e arbusti al limitare del bosco o nei campi dove nelle vicinanze ci siano ambienti umidi. Può cibarsi di frutta e caccia insetti e altri invertebrati, lucertole o piccoli roditori e anche uova di uccelli. Il letargo invernale finisce verso marzo-aprile. I maschi sono territoriali e si creano delle gerarchie. Le femmine depongono dalle 5 alle 20 uova. Se attaccati questi rettili possono perdere la coda per distrarre l’aggressore che poi ricresce. Possono vivere fino ai 6 anni.

ramarro_occidentale_085.jpg


ramarro_occidentale_087.jpg


ramarro_occidentale_090.jpg


ramarro_occidentale_091.jpg


ramarro_occidentale_092.jpg


ramarro_occidentale_093.jpg

Maschio.


ramarro_occidentale_094.jpg

Femmina.


ramarro_occidentale_095.jpg

Giovani.


ramarro_occidentale_096.jpg


ramarro_occidentale_097.jpg


ramarro_occidentale_098.jpg


ramarro_occidentale_099.jpg


ramarro_occidentale_100.jpg

A volte i ramarri cercano rifugio sotto terra.


ramarro_occidentale_100_001.jpg

Vi sono dei casi dove la convivenza fra rettili di specie diverse diventa possibile. Devono avere le stesse dimensioni altrimenti uno diventa preda dell'altro.


ramarro_occidentale_102.jpg

Il maschio in calore insegue la femmina.


ramarro_occidentale_104.jpg

Durante l’accoppiamento il maschio rincorre e morde la coda della femmina.


ramarro_occidentale_108.jpg

Il cambio della pelle.


ramarro_occidentale_109.jpg

A volte se minacciato perde volontariamente parte della coda che per alcuni istanti continua a dimenarsi distraendo l'agressore.


ramarro_occidentale_112.jpg

Zecche parassite attaccate al ramarro.