SALMERINO ALPINO

Salvelinus alpinu

Il salmerino alpino è un salmonide. Sulle Alpi è presente a quote piuttosto elevate spesso poste oltre i duemila metri e passa tutta la sua vita nelle acque dolci. Questo lo contraddistingue dalle popolazioni di salmerini che vivono nella Scandinavia, i quali sono invece anadromi: vivono per la maggior parte del tempo in acque salate ma poi, per riprodursi, si portano nelle acque dolci. Questo è stato causato dalle condizioni ambientali mutate alla fine dell’ultima espansione glaciale, quando il salmerino alpino, alle latitudini più basse del suo areale, si è rifugiato nelle aree lacustri poste in quota per inseguire gli ambienti freddi a lui più congeniali. Proprio per questo è considerato un relitto dell’epoca glaciale. Viste le difficili condizioni ambientali in cui è riuscito a sopravvivere, a differenza dei sui parenti posti a latitudini superiori, non presenta grandi dimensioni: in genere non supera i 30 centimetri di lunghezza. Il dorso ha una colorazione variabile da argentea a bruna, il ventre biancastro o rosato, le pinne presentano il margine anteriore bianco. Durante la riproduzione i fianchi e il ventre diventano rossi. È un predatore che si nutre di invertebrati e pesci di piccole dimensioni.

salmerino_alpino_099.jpg


salmerino_alpino_100.jpg


salmerino_alpino_101.jpg

Habitat in alta quota.